PACE, PACE e ancora … PACE!

“Come non si può spegnere il fuoco con il fuoco,
né asciugare l’acqua con l’acqua,
così non si può eliminare la violenza con la violenza”
(Leone Tolstoj)

Mai come in questa epoca il Mondo è attraversato dalla guerra, la quale genera odio, violenza e divisione fra i popoli. E’ altresì in atto una migrazione senza precedenti, dall’Africa verso la “ricca” Europa.

Noi non conosciamo altri metodi, se non quello di perseguire la PACE e la convivenza pacifica fra i popoli della terra!
Per favore: RESTIAMO UMANI!
Alla minaccia che individui senza dignità rappresentano per il genere umano, causando la morte di tanti innocenti in ogni parte della Terra, spesso in nome di un qualche dio, noi ci opponiamo continuando a progettare ed a mettere in pratica opere culturali, di solidarietà e di convivenza civile! Non sappiamo fare altro. Non perché siamo “buonisti”, ma perché ci rifiutiamo di praticare il “male”, in qualsiasi forma esso si manifesti.
“La bellezza ci salverà!” Soleva dire Tonino Guerra.

Pertanto aderire all’ARCI non è solo fare una tessera, ma è partecipare attivamente alle tante buone cose che Circoli e Associazioni, mettono in pratica per favorire la convivenza libera e pacifica delle comunità in cui sono insediati.Ed è anche entrare a far parte di una Associazione inserita a pieno titolo nella società civile, che si occupa di tenere aperti i luoghi di aggregazione delle persone, per favorire la diffusione della Cultura fra i propri Soci, come antidoto alla barbarie ed alla violenza. Dove si pratica la Pace, si tutelano i Diritti e si pratica la Solidarietà verso i soggetti più deboli.
L’ARCI non lascia solo nessuno!

Autore dell'articolo: arciadmin